lunedì 17 luglio 2006

due paesi, due misure


13:30 Forze di terra israeliane nel sud Libano
Forze di terra israeliane sono entrate nel sud del Libano,
per attaccare le basi di Hezbollah lungo il confine.
(Associated Press)


Quando nel 1990 l'esercito di Saddam Hussein superò il confine terrestre del Kuwait, invadendolo,
l'ONU impose sanzioni economiche, e nel gennaio 1991 iniziò "Desert Storm", la prima Guerra del Golfo.
Alla fine, all'Iraq l'ONU impose di distruggere il suo arsenale di armi di distruzione di massa,
cosa che sostanzialmente fece (visto che la "scusa" che Saddam ne avesse ancora per scatenare la seconda Guerra del Golfo, è stata ampiamente smentita)...

Oggi l'esercito israeliano invade il territorio di uno stato legittimo. Aspetto che l'ONU attivi le procedure per imporre sanzioni economiche al paese. Poi che una coalizione di caschi blu imponga il cessate il fuoco e determini aree di non-conflitto tra Israele e i paesi confinanti. Poi che qualcuno risolva il problema di uno Stato Palestinese, che manca ormai da 60 anni...
Insomma: qualcuno fermi Israele. Presto.

P.S. Le due foto sono relative a bombardamenti in Iraq e in Libano. Notate differenze?

1 commento:

insomma ha detto...

Sai benissimo che sono due storie completamente diverse. La dietrologia, poi, non servirebbe a niente. La verità è che in quei posti sanno parlare solo con le armi, perché se facessero una guerra di cervelli, sarebbero tutti disarmati.Mi fanno paura gli ebrei quando giustificano i bombardamenti(mentre i figli piangono terrorizzati, magari dicono 'mamma, ma che cazzo stai dicendo?') e mi fanno paura certi video mandati in onda da una tv libanese, con bambini che imparano a fare la guerra, armati fino ai denti.