martedì 1 aprile 2008

ittaliani!!


Ma quando Grillo - alla fine di una tirata dei suoi monologhi- grida "Italiani!", è ancora ironico?
E lo capiranno che sta facendo una parodia di Mussolini?
A volte mette pure i pugni sui fianchi e s'impettisce, ma si capisce (ancora) che scherza?
O no?

6 commenti:

ISHTAR ha detto...

A me il signore sta leggermente sulle palle!
Parla lui che santo non è dicerto...ho saputo delle cose...
Ma di sicuro quello che fa sulla scia dei suoi interessi e non degli altri risale a rancori personali e non ad altruismo per me!
Se no di certe vicende tipo Aldrovandi si sarebbe occupato quando ancora non faceva notizia e clamore parlarne!
Ciao

Dean ha detto...

Però questo argomento di guardare la pagliuzza nell'occhio suo piuttosto che la trave nel c... degli italiani, non mi piace.
Nessuno è perfetto, e avere una motivazione personale E ideale insieme è quello che serve per fare politica, per esprimere delle opinioni... forse...

ISHTAR ha detto...

Di sicuro, e io non sono nessuno per giudicare nessuno, ma ognuno è libero di avere le proprie opinioni simpatie e antipatie!
Ciao

Dean ha detto...

Non intendevo questo: dico solo che trovo più interessante criticare i ragionamenti di una persona, che andargli a frugare nella vita privata, o dire che ha la gobba...
poi chiaramente ai politici si dovrebbe richiedere coerenza tra valori pubblici e comportamenti personali...

ISHTAR ha detto...

In verità mi sono avvicinata per curiosità al suo blog e mi sono fatta un idea prima che mi venissero a raccontare alcune cose, nessuna indagine personale.
Non mi permetterei, del resto mica è candidato, allora si che forse sarebbe il caso farlo!
Semplicemente non mi piace, ammiro più una persona che segue i propri ideali senza pensare principalemte al proprio tornaconto, poi se arriva anche quello mica si è stupidi, si capisce e ben venga!
Non per questo nego che il suo far casino sveglia alcune persone, forse, il che non è negativo!
Ciao

Anonimo ha detto...

A me personalmente mi ha sempre lasciato perplessa questa sua maniera di denuncia, l'ho trovata sempre non convincente perche' non trovavo un riscontro, un esserci una connotazione.
E' come se urlando alle folle,volesse beccare un po' da una parte e dall'altra Grillo mi ricorda Gaber, dice cose che fanno riflettere, non c'e dubbio ma alla fine non capii piu' nemmeno lui.
Mi piace Grillo per il coraggio, mi piace Grillo per l'istrionismo, perchè non si risparmia in scena. Non mi piace quando, come Di Pietro, vuole fare il politico e, dice di lui che e' uun bravo.
Mi piacciono le sue battagtle civili, ma non comprendo il suo "colpo di teatro", per cambiare il mondo.
Di lui ricordo il suo rompere i pc. e gettarli e altre cose, ma il suo blog e' il piu' frequenatato d'italia.

RENATO lo adorava
ciao