martedì 19 settembre 2006

due caffè e un chinotto al tavolo cinque!



Ferrara ha un nuovo questore. Proveniente dalla Questura di Terni, Luigi Savina (nella foto, a sinistra, col sindaco Sateriale) ha avuto esperienza come Capo della Squadra Mobile di Palermo e Milano...
Il 16 febbraio 2001, in un'operazione coordinata dal PM milanese D'Ambrosio coi colleghi di Padova (dove suo omologo è il figlio di Boris Giuliano), mette le mani sul serial-killer Michele Profeta...
Una delle sue prime dichiarazioni pubbliche, appena insediato a Ferrara, è stata questa:
"Incontrare i genitori di Federico Aldrovandi? Sono ben disponibile e lieto. Mi piacerebbe farlo, li inviterò a prendere un caffè in Questura".

Ecco. Mi piacerebbe molto esserci, anche se personalmente non bevo caffè!
Chissà...

1 commento:

Winston dal 1984 ha detto...

Caro Dean, mi ha fatto piacere incontrarti stasera insieme a Patrizia e Lino. Spero che questo questore sia veramente meno peggio di quello precedente. Spero che tu possa continuare a proseguire al meglio il tuo lavoro, personalmente spero che tu abbia il tempo e la voglia di commentare il video che ho fatto, da un punto di vista contenutistico e da un punto di vista tecnico (che mi interessa meno, ma mi interessa). Sei una persona genuina e questo si vede e ti fa onore. Mi sarebbe piaciuto tornare insieme a te sui depistaggi nella storia di Federico: la presunta lettera in cui annunciava il suicidio, il "volo" che avrebbe fatto dalla macchina targata Bologna, in corsa, presuntamente dei suoi amici, a parte il malore e tutto il resto... Lo sai che su un articolo addirittura si vedono tre poliziotti intorno ad uno scooter Gilera con affianco "Ritrovato lo scooter del ragazzo"! Ma se era a piedi!!! Su questo non ci è dato di sapere nulla per quel cavolo di diritto che hanno i giornalisti sulle loro fonti. Ma possibile che non si possa chiedere - come fa Roberto nel video - ai giornalisti chiarimenti, spiegazioni?!? Vabbe, figurati... Un abbraccio e a presto...