giovedì 23 agosto 2007

Il partito della Pubertà


La sciura Brambilla (rossa tinta di capello ma azzurra fin nell'intimo) ha depositato nome e simbolo del nuovo partito di Berlusconi: "Casa" della Libertà non va più bene, la rivolta fiscale deve cominciare dal non pagare l'ICI!
E allora per l'antipolitico, per l'uomo che si è fatto da solo e che da 15 anni fa il politico sbraitando contro i partiti e i politici di professione, niente di meglio e di più originale che un bel partito.
Il nome assomiglia casualmente a quello del partito che portò al successo Jörg Haider, il Partito della Libertà Austriaco, ma sono dettagli...quello che conta è come dire, la ciccia.

Tra i primi rappresentanti del nuovo partito vedrei bene Valentino Rossi, Lele Mora e Fabrizio Corona, Briatore e la Gregoraci, Montezemolo...

4 commenti:

cannigo ha detto...

però è gnocca

http://www.youtube.com/watch?v=RpHwIr2Ct1Q

ho messo di nuovo su youtube questo video ma non ricordo la data di messa in onda... saresti così gentile da comunicarmela che la vorrei inserire nella descrizione del video? Grazie

cannigo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Any ha detto...

eh, che robe.
che se mi metto io così altro che rifondar partiti, come minimo mi dicono ma Any ma non si può ma sei uno zoccolone. cosa può un filo di cellulite, due pesi e due misure...

comunque non erano questi, che anni fa andavano dicendo orgogliosi di non essere un partito e quant'altro?

cannigo ha detto...

Le donne, secondo me, possono essere suddivise in due macro categorie, le Madri (anche senza figli) e le Mignotte. Di conseguenza gli uomini si possono suddividere in figli di mammà e figli de 'na mignotta.
Le mignotte presentano poi la possibilità di una ulteriore suddivisione in gnocche e baldraccone. Diciamo che di definire la Brambilla una baldraccona non me la sentivo. Sarebbe meglio non etichettare nessuno ma a volte fa comodo, altre volte le etichette ce le appiccichiamo da soli.